-9.6 C
Rome
domenica, Febbraio 25, 2024
- Pubblicità -
WorldEuropaI deputati adottano una legislazione per potenziare l'industria europea dei chip

I deputati adottano una legislazione per potenziare l’industria europea dei chip

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.

Martedì, i deputati hanno sostenuto i piani per garantire l’approvvigionamento di chip dell’UE aumentando la produzione e l’innovazione e istituendo misure di emergenza contro le carenze.

La Commissione Industria ed Energia ha adottato due progetti di legge: uno sulla “Legge sulle patatine” che mira a rafforzare la capacità tecnologica e l’innovazione nell’ecosistema Chips dell’UE e un secondo l’impresa comune Chips aumentare gli investimenti per lo sviluppo di questo tipo di ecosistema europeo.

Nei loro emendamenti al Chips Act, i deputati si sono concentrati maggiormente sui semiconduttori di nuova generazione e sui chip quantistici. Verrebbe creata una rete di centri di competenza per affrontare la carenza di competenze e attrarre nuovi talenti nella ricerca, nella progettazione e nella produzione. La legislazione sosterrebbe anche progetti volti a rafforzare la sicurezza dell’approvvigionamento dell’UE attirando investimenti e costruendo la capacità produttiva.

Misure per rispondere alle carenze future

Verrebbe istituito un meccanismo di risposta alle crisi, con la Commissione che valuta i rischi per l’approvvigionamento di semiconduttori dell’UE e indicatori di allerta precoce negli Stati membri che potrebbero far scattare un allarme a livello dell’UE. Ciò consentirebbe alla Commissione di attuare misure di emergenza come dare priorità alla fornitura di prodotti particolarmente interessati o effettuare acquisti comuni per gli Stati membri. I deputati sottolineano che la catena di fornitura dei chip dovrebbe essere mappata per identificare possibili colli di bottiglia.

I deputati sottolineano inoltre l’importanza della cooperazione internazionale con partner come Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud e Taiwan. La Commissione dovrebbe istituire un’iniziativa di diplomazia dei chip per affrontare qualsiasi futura interruzione delle catene di approvvigionamento.

La relazione legislativa sul Chips Act è stata adottata con 67 voti favorevoli, 1 contrario e 4 astensioni. La commissione ha inoltre votato sul mandato a avviare negoziati interistituzionali con 70 voti contrari e 1 astenuto.

Iniziativa “Patatine per l’Europa”.

In una votazione separata, i deputati hanno adottato con 68 voti a favore, nessun contrario e quattro astensioni, la proposta dell’impresa comune Chips, attuando le misure previste nell’ambito di un’iniziativa “Chips per l’Europa”. Il regime mira a sostenere lo sviluppo di capacità su larga scala attraverso investimenti in infrastrutture di ricerca, sviluppo e innovazione a livello dell’UE e apertamente accessibili. Consentirebbe inoltre lo sviluppo di tecnologie dei semiconduttori all’avanguardia e di nuova generazione. I deputati sottolineano che per dare impulso all’innovazione saranno necessari nuovi fondi, nonché una riallocazione dei fondi da Orizzonte Europa.

Citazioni

Relatore sul Chips Act Dan Nico (S&D, RO) ha dichiarato: “Vogliamo che l’EU Chips Act faccia dell’Europa un attore importante nell’arena globale dei semiconduttori. Non solo il bilancio deve essere commisurato alle sfide e finanziato con denaro fresco, ma vogliamo garantire che l’UE sia all’avanguardia nella ricerca e nell’innovazione, che abbia un ambiente favorevole alle imprese, un rapido processo di autorizzazione e investa in un forza lavoro qualificata per il settore dei semiconduttori. Il nostro obiettivo è garantire la crescita in Europa, prepararci alle sfide future e disporre dei meccanismi giusti per le crisi future”.

Relatore sull’impresa comune Chips Eva Maydell (PPE, BG) ha affermato: “I microchip sono parte integrante delle transizioni digitali e verdi dell’UE, nonché della nostra agenda geopolitica. Chiediamo nuovi finanziamenti che riflettano l’importanza strategica del settore europeo delle patatine fritte. Anche i partner ei concorrenti europei stanno investendo molto nelle loro strutture, competenze e innovazione relative ai semiconduttori. Potremmo non avere l’enorme potenza finanziaria degli Stati Uniti, ma il budget offerto dalla Commissione e dal Consiglio deve riflettere la gravità della sfida”.

Prossimi passi

Sul Chips Act, il mandato negoziale sarà annunciato all’apertura della sessione plenaria del 13-16 febbraio a Strasburgo. Se non vi sarà alcuna richiesta di sottoporre al voto in plenaria la decisione di avviare i negoziati, il Parlamento potrà avviare i colloqui con il Consiglio. Il Parlamento voterà sulla proposta dell’impresa comune Chips durante la stessa sessione.

Sfondo

Uno studio dal Parlamento sottolinea che la quota dell’Europa nella capacità di produzione globale di semiconduttori è inferiore al 10%. La proposta legislativa mira a portarla al 20%.

Parlamento analisi nel 2022 ha evidenziato che la pandemia ha rivelato vulnerabilità di lunga data nelle catene di approvvigionamento globali e la carenza senza precedenti di semiconduttori ne è un ottimo esempio. Mostra ciò che potrebbe essere in serbo negli anni a venire. Queste carenze hanno portato, tra l’altro, all’aumento dei costi per l’industria e all’aumento dei prezzi per i consumatori, e hanno rallentato il ritmo della ripresa in Europa.

Leggi di più

EU Chips Act: il piano dell’Europa per riconquistare la leadership globale nei semiconduttori

Da un’altra testata giornalistica news de www.europeantimes.news

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -
- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Contenuti esclusivi

Iscriviti oggi

OTTENERE L'ACCESSO ESCLUSIVO E COMPLETO AI CONTENUTI PREMIUM

SOSTENERE IL GIORNALISMO NON PROFIT

Get unlimited access to our EXCLUSIVE Content and our archive of subscriber stories.

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Articoli più recenti

Altri articoli

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.