19.1 C
Rome
mercoledì, Aprile 24, 2024
- Pubblicità -
breaking news.I "visti d'oro" in Europa hanno riscaldato i prezzi delle case. ...

I “visti d’oro” in Europa hanno riscaldato i prezzi delle case. Gli Stati stanno già terminando i programmi

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.

Dopo la crisi finanziaria globale del 2008, una decina di Paesi europei ha introdotto i cosiddetti “visti d’oro” per gli stranieri che investono nel Paese, comprano casa, lavorano e possono richiedere la cittadinanza dopo un certo periodo di tempo. Dopo l’introduzione dell’Unione Europea, i requisiti di investimento minimo sono pratici: l’investimento minimo parte da 50.000 euro in Lettonia e 1,2 milioni di euro nei Paesi Bassi. Gli investitori di solito possono vivere e lavorare nel paese da tre a cinque anni e poi possono richiedere la cittadinanza, scrive Bloomberg.

Tuttavia, le piste stanno iniziando ad arrivare. Due mesi fa, sullo sfondo della continua insoddisfazione per la crescita dei prezzi delle case in Portogallo, il governo ha dichiarato che avrebbe ripetuto il programma non appena nt avesse deliberato e accettato la legislazione proposta, probabilmente nelle prossime settimane.

L’UE ha a lungo spinto affinché i paesi con tali programmi evitino le tasse d’oro sui visti, perché sono “antidemocratici” e possono essere usati come un modo per far entrare denaro sporco nella regione.

Gli europei sono di nuovo economicamente stabili e pronti ad affrontare una politica estera più dura. Caldo. Ad esempio, il programma si è tenuto in Islanda il 15 febbraio. La Grecia ha annunciato l’intenzione di raddoppiare il suo obiettivo di investimento a 500.000 euro in diverse destinazioni chiave, tra cui Atene. Dopo i programmi per il Portogallo e Spagna vicino, i consulenti in materia di immigrazione prevedono che ci sarà una maggiore domanda in Grecia e Spagna.

Non ci sono quasi statistiche simili per l’Europa, ma alcuni dati suggeriscono che la maggior parte delle persone che utilizzano i programmi proviene dalla Cina. In Islanda, che offre un diritto di soggiorno in cambio di un investimento di 500.000 euro a residenti con un patrimonio personale di almeno 2 milioni di euro, i cittadini cinesi rappresentano oltre il 90% del totale delle 1.727 domande pervenute entro la fine del 2022. In I primi Invectitop del Portogallo dominano anche i cinesi, ovvero quasi la metà degli 11.758 visti d’oro dal 2012. In Grecia, la cifra è quasi il 60% dei 12.818 visti dal 2013 in poi. L’anno scorso molti ucraini hanno presentato domanda e il numero di americani che richiedono il visto è aumentato negli ultimi anni.

I programmi hanno davvero versato molti soldi nei mercati immobiliari europei: circa 3,5 milioni di euro all’anno dal 2016 al 2019, secondo il Parlamento europeo. Soprattutto in Portogallo, hanno avuto l’idea di migliorare il patrimonio abitativo riducendo il programma di investimento a un livello per i candidati che vivono in una casa bisognosa di manutenzione.

Il prezzo degli immobili residenziali è diminuito dal 2015, secondo il sito web immobiliare Idealista. Negli ultimi cinque anni ad Atene i prezzi delle case sono aumentati del 48%, secondo i dati ufficiali. A Dublino è cresciuto del 130% dal 2012.

In altre parole, l’interesse non è cambiato molto. In Spagna, dove si può ottenere la cittadinanza fino a 500.000 euro e 10 anni di residenza, ha solo 136 visti d’oro rilasciati entro il 2022.

Nonostante la grande insoddisfazione che si verifica nel lungo termine, secondo dati recenti, i visti d’oro hanno una debole influenza sul valore degli immobili. In Irlanda rilasciano solo poche centinaia di visti all’anno, con 60.000 transazioni residenziali previste entro il 2022.

Le proprietà acquistate attraverso il programma in Portogallo rappresentano circa lo 0,3% del totale di 300.000 transazioni immobiliari nel paese durante l’anno, secondo una società immobiliare.

Foto di Porapak Apichodilok:

Da un’altra testata giornalistica news de www.europeantimes.news

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -
- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Contenuti esclusivi

Iscriviti oggi

OTTENERE L'ACCESSO ESCLUSIVO E COMPLETO AI CONTENUTI PREMIUM

SOSTENERE IL GIORNALISMO NON PROFIT

Get unlimited access to our EXCLUSIVE Content and our archive of subscriber stories.

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Articoli più recenti

Altri articoli

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.