-9.6 C
Rome
domenica, Febbraio 25, 2024
- Pubblicità -
Scienze & AmbienteL'ossigeno e le "forbici" di rame rendono possibili trattamenti farmacologici più economici

L’ossigeno e le “forbici” di rame rendono possibili trattamenti farmacologici più economici

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.


I farmaci per il trattamento del cancro sono spesso molto costosi da produrre, con conseguenti costi elevati per i pazienti che ne hanno bisogno. Grazie alla ricerca pionieristica dei chimici dell’UCLA, guidati dal professore di chimica organica Ohyun Kwon, il prezzo dei trattamenti farmacologici per cancro e altre malattie gravi potrebbero presto precipitare.

Farmaci – foto illustrativa.

Farmaci – foto illustrativa. Credito immagine: Pixabay (licenza gratuita Pixabay)

Una sostanza chimica utilizzata in alcuni farmaci antitumorali, ad esempio, costa alle aziende farmaceutiche 3.200 dollari al grammo, 50 volte di più di un grammo d’oro. I ricercatori dell’UCLA hanno ideato un modo economico per produrre questa molecola farmaceutica da una sostanza chimica che costa solo 3 dollari al grammo. Sono stati anche in grado di applicare il processo per produrre molti altri prodotti chimici utilizzati in medicina e agricoltura per una frazione del costo normale.

Questa impresa, pubblicato sulla rivista Science, comporta un processo noto come “aminodealchenilazione”. Utilizzando l’ossigeno come reagente e il rame come catalizzatore per rompere i legami carbonio-carbonio di molte diverse molecole organiche, i ricercatori hanno sostituito questi legami con legami carbonio-azoto, convertendo le molecole in derivati ​​dell’ammoniaca chiamati ammine.

Poiché le ammine interagiscono fortemente con le molecole delle piante e degli animali viventi, sono ampiamente utilizzate nei prodotti farmaceutici e nei prodotti chimici agricoli. Le ammine familiari includono nicotina, cocaina, morfina e anfetamine e neurotrasmettitori come la dopamina. Anche fertilizzanti, erbicidi e pesticidi contengono ammine.

La produzione industriale di ammine è quindi di grande interesse, ma le materie prime e i reagenti sono spesso costosi e il completamento dei processi può richiedere molti passaggi complicati. Utilizzando meno passaggi e senza ingredienti costosi, il processo sviluppato presso l’UCLA può produrre sostanze chimiche preziose a un costo molto inferiore rispetto ai metodi attuali.

“Questo non è mai stato fatto prima”, ha detto Kwon. “La tradizionale catalisi dei metalli utilizza metalli costosi come platino, argento, oro e palladio e altri metalli preziosi come rodio, rutenio e iridio. Ma stiamo usando ossigeno e rame, uno dei metalli di base più abbondanti al mondo”.

Il nuovo metodo utilizza una forma di ossigeno chiamata ozono, un potente ossidante, per rompere il legame carbonio-carbonio negli idrocarburi chiamati alcheni, e un catalizzatore di rame per accoppiare il legame rotto con l’azoto, trasformando la molecola in un’ammina. In un esempio, i ricercatori hanno prodotto un inibitore della chinasi N-terminale c-Jun – un farmaco antitumorale – in soli tre passaggi chimici, invece dei 12 o 13 passaggi precedentemente necessari. Il costo per grammo può così essere ridotto da migliaia di dollari a pochi dollari.

In un altro esempio, il protocollo ha impiegato solo un passaggio per convertire l’adenosina – un neurotrasmettitore e elemento costitutivo del DNA che costa meno di 10 centesimi al grammo – nell’ammina N6-metiladenosina. L’ammina svolge un ruolo cruciale nel controllo dell’espressione genica nei processi cellulari, di sviluppo e patologici, e il suo costo di produzione era in precedenza di 103 dollari al grammo.

Il gruppo di ricerca di Kwon è stato in grado di modificare ormoni, reagenti farmaceutici, peptidi e nucleosidi in altre ammine utili, mostrando il potenziale del nuovo metodo di diventare una tecnica di produzione standard nella produzione di farmaci e in molti altri settori.

La ricerca è stata finanziata dal National Institutes of Health.

Scritto da Holly Ober

Fonte: UCLA



Da un’altra testata giornalistica. news de www.technology.org

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -
- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Contenuti esclusivi

Iscriviti oggi

OTTENERE L'ACCESSO ESCLUSIVO E COMPLETO AI CONTENUTI PREMIUM

SOSTENERE IL GIORNALISMO NON PROFIT

Get unlimited access to our EXCLUSIVE Content and our archive of subscriber stories.

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Articoli più recenti

Altri articoli

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.