19.1 C
Rome
mercoledì, Aprile 24, 2024
- Pubblicità -
Scienze & AmbienteIl futuro dell’acqua dolce è luminoso

Il futuro dell’acqua dolce è luminoso

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.


Active Membranes, i cui cofondatori includono professori di ingegneria civile e ambientale dell’UCLA David Jassby E Eric Hoek, sta rendendo possibile la desalinizzazione dell’acqua a un costo inferiore. L’azienda è all’interno del Ingrandisci Incubatore del CNSI – il California Nanosystems Institute presso l’UCLA – che supporta le startup tecnologiche in fase iniziale fornendo strutture, servizi e competenze.

Acqua – foto illustrativa. Credito immagine: Pixabay (Licenza gratuita Pixabay)

Mentre l’acqua dolce sta diventando sempre più scarsa in tutto il mondo, risorse come l’acqua di mare e le acque reflue industriali sono costose da procurare e pulire. Active Membranes sta rivoluzionando l’accesso all’acqua dolce con nanofiltrazione elettricamente conduttiva e moduli a membrana ad osmosi inversa che possono resistere alle incrostazioni e alle incrostazioni.

La sua tecnologia riduce sostanzialmente i costi e l’ingombro di questi processi. Poiché può essere applicato a qualsiasi sistema di trattamento dell’acqua a membrana su qualsiasi scala, dal punto di utilizzo domestico ai grandi impianti commerciali, l’opportunità di mercato combinata supera i 20 miliardi di dollari.

“Qui all’UCLA, stiamo crescendo e sviluppando giovani menti per il successo dopo il college, il che è direttamente traducibile in competenze future e nella risoluzione di problemi sociali ed è entusiasmante quando possiamo creare idee che affrontano problemi specifici”, ha affermato Jassby. “Nel caso delle Membrane Attive, si tratta di acqua dolce.”

L’azienda ha recentemente vinto un finanziamento di 30.000 dollari nell’ambito della prima edizione dell’UCLA Innovation Showcase presso la sede centrale di Google a Venice Beach. La vetrina, presentata dal Venture Accelerator presso la Anderson School of Management dell’UCLA, ha consentito ai fondatori di startup dell’ecosistema imprenditoriale dell’UCLA di proporre venture capitalist e competere per opportunità di finanziamento. L’anno scorso, Active Membranes ha vinto anche il Water Tech Idol Award 2023 al Global Water Summit di Berlino.

Leggi il storia completa sulle membrane attive sul sito del CNSI.

Scritto da Nicole Wilkins

Fonte: UCLA



Da un’altra testata giornalistica. news de www.technology.org

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -
- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Contenuti esclusivi

Iscriviti oggi

OTTENERE L'ACCESSO ESCLUSIVO E COMPLETO AI CONTENUTI PREMIUM

SOSTENERE IL GIORNALISMO NON PROFIT

Get unlimited access to our EXCLUSIVE Content and our archive of subscriber stories.

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

Articoli più recenti

Altri articoli

- Pubblicità -Newspaper WordPress Theme

INFORMATIVA: Alcuni degli articoli che pubblichiamo provengono da fonti non in lingua italiana e vengono tradotti automaticamente per facilitarne la lettura. Se vedete che non corrispondono o non sono scritti bene, potete sempre fare riferimento all'articolo originale, il cui link è solitamente in fondo all'articolo. Grazie per la vostra comprensione.